Il significato e origini dei Mandala

Il significato e origini dei Mandala

I Mandala sono dei simboli spirituali, più precisamente conosciuti in Occidente come dei disegni realizzati all’interno di figure geometriche (soprattutto cerchi e quadrati).
Essi, da un punto di vista simbolico, rappresentano l’universo e sono un valido supporto per la meditazione.

Poiché non si tratta soltanto di una semplice forma d’arte, i Mandala vengono impiegati in molte tradizioni spirituali, specie nel Buddismo e nell’Induismo: colorarli aiuta l’individuo nella gestione dello stress, calma la mente, incrementa la propria consapevolezza e migliora la concentrazione.
Tutto ciò li rende adatti a un impiego anche in ambito psicologico.

In questo articolo approfondiremo meglio il significato e le origini dei Mandala, nonché i benefici a essi collegati in quanto oggetti di meditazione.

Mandala: significato e origini

Partiamo specificando la corretta pronuncia della parola “Mandala”: l’accento, infatti, è posto sulla prima “a”, quindi si pronuncia Màndala, che in sanscrito significa “cerchio”.
In quanto tale, un Mandala rappresenta geometricamente ed essenzialmente il cosmo, ecco perché può altresì definirsi un “cosmogramma”.

I Mandala hanno antiche origini indiane, ma si sono diffusi molto presto in tutta la cultura orientale, e più avanti, grazie allo psichiatra svizzero Carl Gustav Jung, anche in Occidente.

Oggigiorno conosciuti come disegni, in passato i tradizionali Mandala tibetani venivano non solo dipinti su rotoli di stoffa, ma anche e soprattutto composti con della sabbia molto fine e colorata, i cui granelli, messi insieme grazie a un enorme lavoro di precisione e pazienza, davano vita a figure e forme.

Nonostante ciò, una volta conclusi, venivano distrutti, a simboleggiare che nel mondo materiale nulla permane e niente è per sempre.

Mandala: cosa rappresentano e come meditare

Ogni Mandala ha un suo significato e colorarlo risveglia e stimola una precisa parte di noi stessi.

Essendo raffigurazioni in miniatura dell’universo, colorarne uno facendosi guidare dalle proprie sensazioni permette la rappresentazione del proprio mondo interiore, delle proprie emozioni e del proprio stato d’animo in quel determinato momento.

Lo scopo principale dei Mandala è quello di permettere il ritrovamento del proprio “centro”, del proprio benessere, che troppo spesso lo stress, l’ansia e le preoccupazioni ci fanno perdere.
La Meditazione mandala consente dunque di ricomporre la propria interiorità e di coltivare qualità utili alla propria persona, trasmettendo sensazioni di pace e armonia.

Ecco, nel dettaglio, in cosa consiste la tecnica meditativa:

  • Scegli il Mandala che più ti ispira in quel preciso momento, cercandolo su Internet o su un libro con apposite illustrazioni. Puoi partire da uno piuttosto semplice per poi aumentare la difficoltà man mano.
  • Stabilisciti in un luogo tranquillo della casa in cui nessuno può venire a disturbarti (lontano da tv, telefono e pc), e lì inizia a osservare il Mandala per almeno cinque minuti, interiorizzando le sensazioni che ti trasmette.
  • Se non possiedi un Mandala già pronto da colorare, puoi anche crearlo tu, ma occorre una minima dimestichezza con compasso e goniometro.
  • Inizia a colorarlo seguendo solo il tuo istinto, senza soffermarti troppo a pensare: utilizza i pastelli, i pennarelli o ciò che più preferisci e serviti delle tonalità che ti sembrano più appropriate per quel tipo di Mandala. Dedicati esclusivamente a questa attività, scacciando qualsiasi altro pensiero ti si affacci alla mente.
  • Una volta terminato, guarda il Mandala. Osservalo in ogni suo dettaglio, facendo attenzione ai colori utilizzati, al disegno nel suo complesso. A questo punto, annota su un foglio le sensazioni che ti trasmette, paragonandole a quelle che provavi prima di iniziare a colorarlo, e descrivi anche cosa ti suscitava mentre lo coloravi.
  • Se ti va, appendilo dove vuoi e osservalo tutte le volte che ne sentirai il bisogno

La colorazione di un Mandala

Dedicare una parte del proprio tempo a colorare un Mandala permette alla mente di allontanare, almeno per un po’, le ansie e le preoccupazioni della routine quotidiana.
Oltre a infondere tranquillità e a rilassare, questa attività risveglia e stimola la creatività racchiusa in ognuno di noi, che spesso, involontariamente, trascuriamo. Un piacevole diversivo che ci permette di divertirci e di tornare un po’ bambini.

Inconsciamente, entriamo in contatto con il nostro Io più profondo, permettendo la nascita di nuove idee, di nuovi modi per affrontare la nostra vita.

Trattandosi di qualcosa di strettamente soggettivo e personale, non esistono regole che impongano come un Mandala deve essere colorato.
Il risultato, unico e soltanto tuo, deve rispecchiare perfettamente i tuoi gusti e gli accostamenti di colore che più preferisci.

Ritagliati almeno un’ora di tempo, preferibilmente di sera, per dedicarti alla colorazione del Mandala e scaricare così tutte le tensioni accumulate nel corso della giornata.

I benefici legati ai Mandala

Come abbiamo già sottolineato, i benefici che è possibile ricavare da una costante meditazione coi Mandala sono moltissimi.
Sono persino riconosciuti in psicologia per il loro valore terapeutico.

Carl Jung li considerava rappresentazioni della mente, utili a permettere una più facile assimilazione di alcuni aspetti inconsci.
Per Jung, proiettiamo su di essi ciò che proviamo.

Alla luce di ciò, elenchiamo e ricapitoliamo i benefici più importanti legati ai Mandala:

  • Favoriscono la connessione profonda col proprio Io.
  • Migliorano la concentrazione, la memoria, l’attenzione e stimolano la creatività.
  • Riducono ansia, stress e calmano la mente, aiutando nella gestione della propria emotività.
  • Rilassano e tranquillizzano.
  • Incrementano la propria consapevolezza.
  • Allentano le tensioni muscolari.

Sul Giardino dei Libri ne trovati di bellissimi, anche per bambini (in questo periodo di quarantena può essere un bel passatempo per tutta la famiglia)

Bene siamo giunti alla fine di questo articolo, cosa ne pensi? Ti è piaciuto?
Faccelo sapere scrivendolo nei commenti o meglio ancora sulla nostra pagina Facebook!  🙂

Se vuoi approfondire la tematica con un libro ce ne sono di molto interessanti su Amazon e in particolare su Amazon Kindle e se hai l’abbonamento a Kindle Unlimited molti sono gratuiti. Speriamo di averti fatto cosa gradita con questa segnalazione. 🙂

Inoltre vogliamo segnalarti anche questo videocorso, che trovi sul sito del Giardino dei Libri, un metodo life coaching spirituale basato sugli insegnamenti di due dei più popolari maestri spirituali: Paramhansa Yogananda (autore di Autobiografia di uno Yogi) e Swami Kriyananda (autore di tantissimi libri, tra i quali troviamo L’Intelligenza Intuitiva, Conversazioni con Yogananda).

Per concludere iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti i nuovi articoli, tanto materiale esclusivo e gratuito e gli ebook sulla Respirazione e sulla Meditazione!!!

Ti auguriamo una splendida giornata

Namasté

Fonte foto

Commenta usando Facebook