Ritrova il tuo benessere naturale con lo Yoga

Ritrova il tuo benessere naturale con lo Yoga

Chiunque, in qualsiasi momento della vita, prenda la decisione di approcciarsi allo Yoga, iniziando a praticarlo regolarmente, potrà notare tutti i benefici che è in grado di apportare sia alla mente che al corpo, regalando sensazioni di benessere diffuso.

Sebbene si tratti di un’antica disciplina di origini orientali, lo Yoga ha continuato a evolversi fino ai giorni nostri, arrivando a conquistare anche sempre più persone nel mondo occidentale e diventando una tra le pratiche più comuni e attuate in assoluto che esistano.
Per questo motivo ne approfondiamo qui di seguito tutti i benefici, cercando di capire insieme come ritrovare il proprio benessere naturale con lo Yoga.

Benessere naturale e Yoga

Non esiste alcun limite di età nello Yoga, anzi. In un certo senso, praticarlo con costanza aiuta a sentirsi sempre attivi e giovani, infonde energia positiva e infiniti altri benefici anche dopo i quaranta/cinquant’anni.
L’importante è sempre scegliere la tipologia di Yoga e di esercizi più affini al proprio modo di essere e alle proprie condizioni fisiche, ma potenzialmente si tratta di una disciplina praticata persino nella terza età.
Si dimostra infatti anche molto utile e di supporto nel trattamento di determinate patologie o disturbi, grazie alle sue proprietà “curative”.

L’ideale sarebbe introdurre lo Yoga nella propria routine quotidiana o settimanale, frequentando appositi corsi con la guida di maestri esperti oppure ritagliandosi una mezz’oretta in totale tranquillità per praticarlo direttamente a casa, con l’ausilio di un semplice tappetino e tanta buona volontà. I primi benefici non tarderanno ad arrivare.

Lo Yoga punta al raggiungimento del benessere psicofisico per offrire risultati a 360 gradi: trattandosi di una pratica spirituale, nel pieno del suo svolgimento si pone l’attenzione sul momento presente, sul “qui e ora”, permettendo non solo di lavorare sul fisico, ma anche di svuotare la mente e sentirsi più rilassati, allontanando preoccupazioni, stress e pensieri negativi.

Benefici fisici dello Yoga

Sono moltissimi i benefici fisici derivanti da una costante e corretta pratica dello Yoga.
Questa disciplina, rinforzando la muscolatura, aiuta innanzitutto a mantenere un corpo tonico, snello e flessibile, permettendo così un migliore svolgimento di qualsiasi attività quotidiana e lavorativa.

Per di più, da un punto di vista puramente terapeutico, sono stati dimostrati scientificamente i benefici attribuibili allo Yoga per curare o prevenire molte condizioni e disturbi fisici. Aiuta infatti a contrastare il mal di schiena, i dolori articolari, cervicali e mestruali.
Migliora l’equilibrio e offre un valido supporto anche in presenza di disfunzioni tiroidee, ipertensione e alti livelli di colesterolo.
Agisce positivamente sul cuore, garantendo il corretto funzionamento dell’intero sistema cardiovascolare, rallenta l’invecchiamento e rafforza le difese immunitarie.
Anche chi soffre di cattiva digestione può trarne enorme giovamento, come anche chi soffre di diabete, poiché aiuta a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue.

Libri Yoga Giardino dei Libri

Benefici mentali dello Yoga

Oltre ai benefici fisici, come abbiamo già accennato, lo Yoga, proprio perché svolge un’azione a tutto tondo, regala moltissimi benefici anche a livello mentale, psicologico ed emotivo, specie per quanto riguarda autocontrollo e consapevolezza.
Attraverso lo Yoga è possibile combattere i disturbi d’ansia, ridurre efficacemente lo stress e rendere migliore anche il modo in cui ci rapportiamo a noi stessi e agli altri, poiché agisce sulla parte più intima e spirituale dell’individuo.
Di conseguenza favorisce tranquillità, rilassamento e una più lucida capacità di giudizio, per dare il giusto peso a ogni avvenimento della vita.

Rilassando e liberando la mente, lo Yoga migliora di molto anche l’umore, aiutando a controllare le emozioni e a contrastare gli stati ansiosi e depressivi.
Si rivela utilissimo anche per chi ha difficoltà ad addormentarsi, in quanto agisce contro l’insonnia e migliora la qualità del sonno.
Potenzia inoltre la memoria e la capacità di concentrazione.

Le migliori Asana per ritrovare il benessere naturale

Come abbiamo potuto vedere, praticare consapevolmente Yoga migliora senza dubbio la qualità della vita, aiutandoci a gestirla in ogni suo aspetto, e soprattutto a gestire noi stessi in relazione al nostro corpo e alle nostre emozioni.

È dunque arrivato il momento di scoprire alcune tra le migliori posizioni Yoga, dette anche Asana, da eseguire con regolarità per favorire il rilassamento e il ritrovamento del benessere naturale e psicofisico:

Bhujangasana (posizione del cobra)

Posizione Yoga Bhujangasana (posizione della sfinge)
Posizione Yoga Bhujangasana (posizione della sfinge)

La posizione del cobra è molto utile nei casi di mal di schiena, in quanto aumenta la flessibilità della colonna vertebrale e ne potenzia i muscoli. Ideale sia per i dolori nella zona lombare che per quelli nella zona cervicale. Aiuta a combattere gli stati ansiosi in quanto agisce sulla respirazione. Essendo un piegamento all’indietro è sconsigliata praticarla di prima mattina appena svegli, quando il corpo è poco caldo e non troppo flessibile. Ecco come eseguirla:

  • Distendetevi a pancia in giù, con i palmi delle mani poggiati a terra alla stessa altezza delle spalle, con i piedi vicini e a punta.
  • Inspirando, fate forza sulle braccia, distendendole se potete completamente: inarcate così la schiena e sollevate il torace da terra (il busto va portato all’indietro). Alzate contemporaneamente anche la testa.
  • I muscoli delle natiche devono essere rilassati; cercate quindi di sostenere il peso del torace solamente con le braccia. La zona pelvica deve rimanere poggiata a terra, e la testa piegata all’indietro.
  • Il pube non deve mai staccarsi da terra e le gambe devono rimanere distese.
  • Rilassate tutto il corpo: soltanto le braccia devono essere mantenute in tensione.
  • Mantenete questa posizione per circa un minuto, dopodiché tornate a quella di partenza, riposatevi e ripetete tutto per tre volte.

Adho Mukha Svanasana (posizione del cane a testa in giù)​

Adho Mukha Svanasana (posizione del cane con la testa in giù) 
Adho Mukha Svanasana (posizione del cane con la testa in giù) 

La posizione del cane a testa in giù porta con sé notevoli benefici: innanzitutto dona energia a tutto il corpo, ed è per questo che eseguirla al mattino è particolarmente indicato.
Rinforza poi gambe e braccia, migliora la flessibilità, allevia il mal di schiena e rafforza ossa e muscoli ed è utile contro ansia e stress, aiutando a svuotare la mente.
Può anche essere praticata all’inizio di una sessione di Yoga come riscaldamento, poiché è in grado di stirare tutto il corpo.
Ottima anche per contrastare la stanchezza, infine è molto utile anche per alleviare la sensazione di bruciore, tramite l’ossigenazione dell’addome e migliora la digestione, in quanto trasferisce il peso del corpo alle gambe e alle braccia. Va eseguita in questo modo:

  • Posizionatevi a quattro zampe sul tappetino, ovvero con le ginocchia e le mani appoggiate a terra. Le vostre mani devono trovarsi un po’ più avanti rispetto alle spalle.
  • Spingendo con i palmi delle mani aperti sollevate verso l’alto il bacino, e distendete gambe e braccia come a formare una specie di triangolo.
  • Tieni i gomiti dritti e rilassa la testa, allunga la spina dorsale
  • Cercate di guardare le dita dei piedi e di mantenere i talloni ben saldi a terra, anche se questo dipende dal proprio grado di flessibilità. Non forzate più del dovuto.
  • Tieni la posizione per 10 respiri o fin quando riuscite, respirando normalmente.

Paschimottonasana (posizione di allungamento del dorso) 

Asana Yoga Paschimottonasana - Posizione della pinza
Asana Yoga Paschimottonasana - Posizione della pinza

Paschimottanasana, consiste in un piegamento in avanti da seduti, aiuta a sciogliere le tensioni sia fisiche che mentali. Ecco come eseguirla:

  • Siedi sul pavimento con le gambe allungate in avanti, i piedi uniti e le mani sulle ginocchia
  • Rilassa tutto il corpo
  • Lentamente flettiti in avanti iniziando dalle anche, facendo scivolare le mani sulle gambe
  • Cerca di afferrare gli alluci con le dita e i pollici. Se non è possibile, afferra i talloni, le caviglie o qualsiasi parte della gamba che puoi raggiungere comodamente.
  • Una volta raggiunta la vostra massima estensione, rilassate l’intero corpo e anche le braccia, respirando profondamente.
  • Mantieni la posizione sino a quando è comoda.

Libri Yoga gratis con Kindle Unlimited

Balasana (posizione del bambino)

Posizione Yoga Balasana (posizione del bambino)
Posizione Yoga Balasana (posizione del bambino)

Si tratta di una posizione molto semplice ma valida ed efficace, che ha come scopo quello di stirare a dovere la colonna,al contempo di rilassare la muscolatura allevia la tensione accumulate al livello della schiena. Riduce di conseguenza anche stress e tensioni
È inoltre utile per alleviare gli attacchi di acidità gastrica e migliora la digestione.
Ci rimette in contatto con la parte più intima di noi stessi facilitando l’introspezione e incentivando l’armonia.
Può essere eseguita tra una Asana e l’altra oppure direttamente al termine della sessione di Yoga. Ecco come:

  • Inginocchiatevi sul tappetino e sedetevi sui talloni.
  • Piegatevi con il busto in avanti fino a toccare terra con la fronte.
  • Le braccia devono essere distese e rilassate lungo i lati del corpo.
  • Concentratevi sulla respirazione, calibrando ogni inspirazione e ogni espirazione, rilassandovi.
  • Mantenente la posizione finché vi va, l’importante è che vi percepiate rilassati sia mentalmente che fisicamente.

Padmasana (la posizione del loto) 

Padmasana è la posizione madre, la cosiddetta posizione del loto, che si assume durante la Meditazione.
Essa infatti ci mette in relazione con l’universo e con il nostro Io più profondo
, stimolando quindi il nostro settimo Chakra. Ecco come fare:

  • Sedetevi a gambe distese sul tappetino.
  • Piegate il ginocchio destro fino a posizionare il piede corrispettivo sulla coscia sinistra, il più vicino possibile all’inguine.
  • Fate la stessa cosa con l’altro piede, che va appunto ugualmente posizionato sulla coscia destra. L’operazione richiede una certa flessibilità, quindi pur essendo una Asana tutto sommato semplice, per alcuni principianti potrebbe volerci più tempo e pazienza per riuscire a posizionare le gambe in questo modo.
  • Per quanto riguarda braccia e mani, unite pollice e indice di entrambe.
  • Mantenente la posizione finché volete e potete.

Bene siamo giunti alla fine di questo articolo, cosa ne pensi? Ti è piaciuto?
Faccelo sapere scrivendolo nei commenti o meglio ancora sulla nostra pagina Facebook!  🙂

Se vuoi approfondire la tematica con un libro ce ne sono di molto interessanti su Amazon e in particolare su Amazon Kindle e se hai l’abbonamento a Kindle Unlimited molti sono gratuiti. Speriamo di averti fatto cosa gradita con questa segnalazione. 🙂

banne kindle unlimited yoga

Inoltre vogliamo segnalarti anche questo videocorso, che trovi sul sito del Giardino dei Libri, un metodo life coaching spirituale basato sugli insegnamenti di due dei più popolari maestri spirituali: Paramhansa Yogananda (autore di Autobiografia di uno Yogi) e Swami Kriyananda (autore di tantissimi libri, tra i quali troviamo L’Intelligenza Intuitiva, Conversazioni con Yogananda).

Per concludere iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti i nuovi articoli, tanto materiale esclusivo e gratuito e gli ebook sulla Respirazione e sulla Meditazione!!!

Ti auguriamo una splendida giornata

Namasté

Fonte foto

Chiudi il menu
Il blog sul mondo dello Yoga e delle discipline olistiche attinenti - Mantrayoga.it

Scarica Gratis gli ebook sulla Respirazione e la Meditazione!