Ritrovare l’energia e la vitalità attraverso la pratica Yoga

Ritrovare l’energia e la vitalità attraverso la pratica Yoga

Quante volte, messi a dura prova dalla frenesia della routine quotidiana, dai molti impegni e dalle mille preoccupazioni, ci sentiamo stanchi, spossati, senza forze né voglia di fare? Sicuramente tantissime.

In questa condizione, che a tutti, chi più e chi meno, capita di sperimentare, un ottimo modo per incanalare nuova energia, ritrovare la vitalità e per imparare ad avere il controllo delle proprie azioni godendosi l’attimo presente, è indubbiamente lo Yoga.

Praticarlo con regolarità, infatti, ci aiuta a entrare in connessione non solo con la parte più profonda di noi stessi, ma anche con ciò che ci succede intorno, per fronteggiare le situazioni con la dovuta lucidità e concentrazione. Approfondiamone dunque l’utilità e le Asana più indicate per ritrovare energia e vitalità!

Le conseguenze dello stress

Sono tanti i motivi che possono determinare un calo di energie e vitalità: in assenza di particolari malattie o disturbi, lo stress è indubbiamente una delle cause principali.

Quando siamo stressati, ci sentiamo impotenti e privi di energie sufficienti per affrontare le sfide che la vita ci pone davanti, anche le più semplici.
Siamo irascibili, poco concentrati, e andiamo avanti per pura inerzia.

È però di fondamentale importanza mantenere i nervi ben saldi e fare il pieno di energia per sentirci sempre al top e fare del nostro meglio ogni giorno, vivendo in pace con noi stessi e il più possibile con gli altri.

In questo lo Yoga si rivela un perfetto alleato, agendo a tutto tondo per il benessere di corpo e mente e allenandoci a vivere più serenamente, a metabolizzare ciò che avviene dentro di noi e intorno a noi e al contempo a staccare la spina per ritagliarci un momento solo nostro.
Grazie alla pratica Yoga possiamo incentivare l’afflusso di energia, conosciuta anche come prana, affinché essa possa ben distribuirsi lungo tutto il corpo.

Quando l’energia è libera di fluire, senza ostacoli o impedimenti, il nostro corpo e la nostre psiche ne beneficiano e funzionano come dovrebbero, aiutandoci nella gestione dello stress e promuovendo il benessere a 360°.

Libri Yoga Giardino dei Libri

Fare il pieno di energia con lo Yoga

Ognuno di noi, come spiegato dal medico e scrittore indiano Deepak Chopra, è costituito da quattro corpi, perfettamente interconnessi: quello spirituale (o energetico), quello mentale, quello emotivo e quello fisico.
Proprio per questa connessione, qualsiasi cosa colpisca uno dei quattro corpi intacca di conseguenza anche tutti gli altri.
Ecco perché, se ci sentiamo emotivamente giù, o carenti a livello energetico, ciò si ripercuote anche sul corpo fisico.

È quindi importante non sottovalutare nessuno dei quattro corpi, e anzi, lavorando e concentrandoci anche solo su uno in particolare, saremo in grado di rimettere in sesto tutto il sistema, riequilibrandolo.
È possibile farlo in svariati modi, e in generale è sempre consigliata l’attività fisica: alcune ricerche hanno infatti dimostrato che le persone più attive tendono a essere più positive e gioiose rispetto a quelle più sedentarie.

Lo Yoga è, tra le tante, una validissima alternativa, molto diffusa nell’ultimo periodo e praticabile senza problemi da chiunque, in qualsiasi momento.
Attraverso lo Yoga si interviene sul corpo fisico, per lavorare sull’elasticità e prendere coscienza di tutte le parti che lo compongono, ma allo stesso tempo anche sugli altri corpi: il Pranayama, ovvero l’insieme delle tecniche di respirazione da associare all’esecuzione delle Asana, ci insegna appunto a respirare con la dovuta consapevolezza, caratteristica fondamentale della pratica Yoga.
Attraverso una corretta respirazione, è possibile calmare la mente e sperimentare sensazioni di benessere e quiete.

La Meditazione è altrettanto importante, proprio perché limitare la pratica unicamente allo svolgimento di esercizi fisici è riduttivo.
Associare alle Asana il Pranayama e la Meditazione favorisce l’equilibrio in toto della persona, permettendole di ritrovare la serenità, la vitalità e l’energia necessarie.

Le Asana più indicate

È possibile dedicarsi allo Yoga in qualsiasi momento della giornata, ma per ricaricarsi opportunamente in vista della giornata consigliamo di praticarlo al mattino, appena svegli. Bastano anche solo 10 o 15 minuti prima di fare colazione, per ritrovare energia e vitalità e contrastare l’apatia! Qui di seguito le Asana più indicate:

Balasana (posizione del bambino)

Posizione Yoga Balasana (posizione del bambino)
Posizione Yoga Balasana (posizione del bambino)

Si tratta di una posizione molto semplice ma valida ed efficace, che ha come scopo quello di stirare a dovere la colonna,al contempo di rilassare la muscolatura allevia la tensione accumulate al livello della schiena. Riduce di conseguenza anche stress e tensioni
È inoltre utile per alleviare gli attacchi di acidità gastrica e migliora la digestione.
Ci rimette in contatto con la parte più intima di noi stessi facilitando l’introspezione e incentivando l’armonia.
Può essere eseguita tra una Asana e l’altra oppure direttamente al termine della sessione di Yoga. Ecco come:

  • Inginocchiatevi sul tappetino e sedetevi sui talloni.
  • Piegatevi con il busto in avanti fino a toccare terra con la fronte.
  • Le braccia devono essere distese e rilassate lungo i lati del corpo.
  • Concentratevi sulla respirazione, calibrando ogni inspirazione e ogni espirazione, rilassandovi.
  • Mantenente la posizione finché vi va, l’importante è che vi percepiate rilassati sia mentalmente che fisicamente.

Vrkasana (posizione dell’albero)

Quasi tutte le posizioni Yoga che agiscono migliorando l’autostima si eseguono in piedi, per rinforzare gli arti inferiori.
Tra queste troviamo Vrkasana, la posizione dell’albero, ovvero una delle più efficaci: l’albero da sempre simboleggia la vita, la connessione tra basso e alto. Si tratta dunque di una Asana molto utile per ristabilire e sviluppare l’equilibrio che aiuta a ristabilire è esterno (sul corpo) e interno (emozionale-sentimentale e psichico). Altri benefici sono: dona elasticità alle articolazioni dell’anca e del ginocchio, migliorando anche la postura e l’equilibro, fisico e mentale.
Infatti, allenta la tensione nervosa e l’ansia, rivelandosi perfetta da praticare a fine giornata, migliora la nostra concentrazione e la nostra capacità di formulare giudizi. 
Ecco come eseguirla:

  • In piedi, cominciate guardando un punto fisso davanti a voi.
  • Spostate il peso del corpo sul piede sinistro.
  • Adesso piegate la gamba destra afferrando la caviglia e poggiando il piede all’interno della coscia sinistra.
  • Mantenete ferma la caviglia finché non avrete trovato un equilibrio, dopodiché lasciatela e unite le mani in preghiera davanti al torace (o in alternativa distese sopra la testa ma sempre unite).
  • Unisci i palmi delle mani in Anjali Mudra (palmi uniti) e stendi le braccia sopra la testa
  • Dopo aver mantenuto la posizione per circa 20 o 30 secondi, eseguitela con l’altra gamba.

Marjariasana (o Bidalasana, la posizione del gatto)

Posizione Yoga Marjariasana
Posizione Yoga Marjariasana (posizione del gatto)

Una posizione che, eseguita al mattino,ridona flessibilità a tutto il dorso e alla schiena, la zona addominale, lombare e cervicale. Molto utile in caso di ansia perché aiuta a regolarizzare il respiro. 
Tonifica il sistema riproduttivo femminile e può essere praticata anche dopo il terzo mese di gravidanza, fino al sesto. Anche se, dopo il terzo mese si dovrebbe evitare la contrazione forzata dell’addome.
Vanno sostanzialmente eseguiti due movimenti, come spieghiamo qui di seguito:

  • Siedi in Vajrasana (in ginocchio), solleva i glutei e stai sulle ginocchia
  • Posizionatevi a quattro zampe, con le mani all’altezza delle spalle e le ginocchia al livello dei fianchi.
  • Inspirate profondamente sollevate la testa e inarcate la schiena, accompagnando la posizione con lo sguardo rivolto verso l’alto.
  • Espirando, abbassate la testa e raddrizzate la schiena e passate al secondo movimento: inarcatela nel verso opposto, come a formare una specie di “gobba”. Stavolta guardate verso il basso, più precisamente il vostro ombelico.
  • Ripetete per almeno 10 volte.

Adho Mukha Svanasana (posizione del cane a testa in giù)​

La posizione del cane a testa in giù porta con sé notevoli benefici: innanzitutto dona energia a tutto il corpo, ed è per questo che eseguirla al mattino è particolarmente indicato.
Rinforza poi gambe e braccia, migliora la flessibilità, allevia il mal di schiena e rafforza ossa e muscoli ed è utile contro ansia e stress, aiutando a svuotare la mente.
Può anche essere praticata all’inizio di una sessione di Yoga come riscaldamento, poiché è in grado di stirare tutto il corpo.
Ottima anche per contrastare la stanchezza, infine è molto utile anche per alleviare la sensazione di bruciore, tramite l’ossigenazione dell’addome e migliora la digestione, in quanto trasferisce il peso del corpo alle gambe e alle braccia. Va eseguita in questo modo:

  • Posizionatevi a quattro zampe sul tappetino, ovvero con le ginocchia e le mani appoggiate a terra. Le vostre mani devono trovarsi un po’ più avanti rispetto alle spalle.
  • Spingendo con i palmi delle mani aperti sollevate verso l’alto il bacino, e distendete gambe e braccia come a formare una specie di triangolo.
  • Tieni i gomiti dritti e rilassa la testa, allunga la spina dorsale
  • Cercate di guardare le dita dei piedi e di mantenere i talloni ben saldi a terra, anche se questo dipende dal proprio grado di flessibilità. Non forzate più del dovuto.
  • Tieni la posizione per 10 respiri o fin quando riuscite, respirando normalmente.

Rimedi naturali per ritrovare vitalità ed energia

Per potersi garantire una corretta salute negli anni, non è affatto da sottovalutare lo stile di vita condotto: muoversi il più possibile, mangiare bene, evitare fumo, alcol e cattive abitudini in generale sta alla base di un’esistenza sana.

Andrebbero esclusi dalla propria dieta tutti quei cibi confezionanti e pieni di conservanti in favore di un’alimentazione tipicamente mediterranea, ricca di frutta e verdura, legumi e cereali integrali. Ottimi anche i cibi che contengono magnesio (come mandorle, arachidi, piselli etc.), uno dei rimedi naturali più indicati per contrastare la stanchezza.

Tra le piante più efficaci per apportare energia e vitalità troviamo indubbiamente il ginseng e il biancospino, ma anche molte essenze, come l’olio essenziale di rosmarino, l’olio essenziale di zenzero e quello di timo.

Molto diffuse infine anche alcune tipologie di tisane energizzanti, tra cui quella alla menta, che agisce positivamente stimolando il sistema nervoso centrale ed è per questo preferibile assumerla al mattino e non nelle ore serali.

Libri Yoga gratis con Kindle Unlimited

Bene siamo giunti alla fine di questo articolo, cosa ne pensi? Ti è piaciuto?
Faccelo sapere scrivendolo nei commenti o meglio ancora sulla nostra pagina Facebook!  🙂

Se vuoi approfondire la tematica con un libro ce ne sono di molto interessanti su Amazon e in particolare su Amazon Kindle e se hai l’abbonamento a Kindle Unlimited molti sono gratuiti. Speriamo di averti fatto cosa gradita con questa segnalazione. 🙂

Inoltre vogliamo segnalarti anche questo videocorso, che trovi sul sito del Giardino dei Libri, un metodo life coaching spirituale basato sugli insegnamenti di due dei più popolari maestri spirituali: Paramhansa Yogananda (autore di Autobiografia di uno Yogi) e Swami Kriyananda (autore di tantissimi libri, tra i quali troviamo L’Intelligenza Intuitiva, Conversazioni con Yogananda).

Per concludere iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti i nuovi articoli, tanto materiale esclusivo e gratuito e gli ebook sulla Respirazione e sulla Meditazione!!!

Ti auguriamo una splendida giornata

Namasté

Fonte foto

 

Commenta usando Facebook