Scopri le migliori Asana Yoga per l’estate

Scopri le migliori Asana Yoga per l’estate

L’estate è, tra tutte e quattro, sicuramente la stagione in cui a far da padrone sono l’esuberanza e la vitalità: il corpo si risveglia, le giornate sono più lunghe, il sole caldo accarezza la pelle e si ha voglia di godersi l’aria aperta il più possibile, condividendo esperienze e racimolando ricordi che terranno compagnia durante il prossimo lungo inverno.

È il periodo più caldo dell’anno, quello in cui ci si sente pieni di energie e chi pratica Yoga abitualmente ha modo di assaporare e vivere questa stagione sfruttandone al massimo il potenziale.

Scopriamo allora insieme quali sono le Asana più indicate per l’estate, nonché alcuni piccoli ma essenziali accorgimenti da adottare riguardanti la pratica Yoga in questa stagione.

L’utilità dello Yoga in estate

In estate si celebra la luce, il calore, e proprio per questo, secondo la filosofia indiana, prevale l’elemento fuoco, denominato “Pitta”.

Tutto rinasce, si rigenera e si trasforma: nascono nuovi frutti, nuovi legami, e dentro di noi arde vivo il fuoco tipico della stagione, che ci rende iperattivi.

È molto importante però che l’elemento fuoco si mantenga in armonia con tutti gli altri elementi; in questo modo anche il corpo e la mente saranno in completo equilibrio tra loro.
Lo Yoga si rivela molto utile per il raggiungimento di tale obiettivo, essendo una disciplina che aiuta l’individuo a ristabilire il proprio equilibrio, a coltivare la fiducia in se stesso e ad allontanare le tensioni attraverso l’esecuzione di precise tecniche e posizioni, che aiutino anche a tenere a bada Pitta.

Ciò che è bene ricordare, tuttavia, è che in estate, considerando le alte temperature, è meglio prediligere una pratica più “leggera”, senza esagerare, per evitare di sudare eccessivamente.
A questo proposito è sempre opportuno bere molto, sia prima di iniziare la seduta che alla fine, in qualsiasi periodo dell’anno e in estate ancor di più, per reintegrare i liquidi che la sudorazione fa perdere.

L’estate è la stagione dell’allegria e dell’apertura verso il prossimo, un periodo che spinge l’individuo a porre l’accento su ciò che lo fa stare bene; ma la pratica Yoga non deve necessariamente rispecchiare la stessa intensità.
L’importante è fare sempre ciò che si sente in un determinato momento e soffermare l’attenzione sul proprio respiro: con il caldo, infatti, gli esercizi di respirazione sono di fondamentale importanza per calmare e rinfrescare la mente e il sistema nervoso.

Libri Yoga Giardino dei Libri

Dove e quando praticare Yoga in estate

Si può praticare Yoga ovunque si voglia, non esistono limiti: l’importante è che si tratti di un luogo tranquillo, lontano da distrazioni, da rumori molesti e dal caos cittadino.
In estate, soprattutto, si hanno molte più occasioni di praticarlo all’aria aperta, ad esempio in montagna, in spiaggia, in un parco o anche semplicemente nel giardino o nel terrazzo di casa propria.
Il contatto con la natura enfatizza e amplifica i benefici dello Yoga, facendoci sentire un tutt’uno con essa oltre a farci vivere un bellissimo momento di comunione con noi stessi.
Inoltre, ci permette di respirare aria più pulita e ricca di ossigeno.

Si consiglia solitamente di praticare Yoga al mattino, sebbene qualsiasi altro momento della giornata vada ugualmente bene, purché lo si reputi opportuno. Al mattino, però, può darci la spinta necessaria per partire con il piede giusto.
Se praticato la mattina presto, anche l’ambiente sarà più fresco e confortevole: le ore più calde sarebbero infatti da evitare, come anche praticare Yoga sotto il sole cocente.
Proprio per questo un altro momento perfetto è la sera, per rilassarsi magari dopo aver affrontato una giornata particolarmente impegnativa.
L’ideale, in ogni caso, sarebbe un posto all’ombra, fresco, in cui ci si sente a proprio agio e che possa garantire la dovuta tranquillità: il praticante può decidere se variare o se dedicarsi allo Yoga sempre nel medesimo posto, per conferire alla pratica una sorta di continuità e stabilità.
Chi vuole può anche ascoltare un po’ di musica per accompagnare l’esecuzione delle Asana.

Vanno benissimo anche solo 10 minuti di Yoga al giorno, se ben fatti: non importa tanto il tempo impiegato, quanto la qualità dello stesso. E soprattutto, la regolarità! Meglio poco ogni giorno che tre ore consecutive una volta alla settimana.

Le migliori Asana Yoga per l’estate

Sono diverse le Asana da praticare con successo durante la stagione estiva, che riescono a riequilibrare corpo e mente e, come abbiamo già specificato, a tenere sotto controllo anche l’elemento fuoco.

Innanzitutto sarebbe opportuno evitare, o limitare al massimo, l’esecuzione di tutte quelle posizioni che implicano uno sforzo dei muscoli addominali, dunque quelle che sollecitano il terzo Chakra legato all’elemento fuoco, Manipura.

Le Asana da prediligere sono invece quelle eseguite a terra, quelle che prevedono torsioni o flessioni in avanti, e le capovolte. Elenchiamo alcune tra le più indicate:

Paschimottonasana (posizione di allungamento del dorso) 

Asana Yoga Paschimottonasana - Posizione della pinza
Asana Yoga Paschimottonasana - Posizione della pinza

Paschimottanasana, consiste in un piegamento in avanti da seduti, aiuta a sciogliere le tensioni sia fisiche che mentali. Ecco come eseguirla:

  • Siedi sul pavimento con le gambe allungate in avanti, i piedi uniti e le mani sulle ginocchia
  • Rilassa tutto il corpo
  • Lentamente flettiti in avanti iniziando dalle anche, facendo scivolare le mani sulle gambe
  • Cerca di afferrare gli alluci con le dita e i pollici. Se non è possibile, afferra i talloni, le caviglie o qualsiasi parte della gamba che puoi raggiungere comodamente.
  • Una volta raggiunta la vostra massima estensione, rilassate l’intero corpo e anche le braccia, respirando profondamente.
  • Mantieni la posizione sino a quando è comoda.

Balasana (posizione del bambino)

Posizione Yoga Balasana (posizione del bambino)
Posizione Yoga Balasana (posizione del bambino)

Si tratta di una posizione molto semplice ma valida ed efficace, che ha come scopo quello di stirare a dovere la colonna,al contempo di rilassare la muscolatura allevia la tensione accumulate al livello della schiena. Riduce di conseguenza anche stress e tensioni
È inoltre utile per alleviare gli attacchi di acidità gastrica e migliora la digestione.
Ci rimette in contatto con la parte più intima di noi stessi facilitando l’introspezione e incentivando l’armonia.
Può essere eseguita tra una Asana e l’altra oppure direttamente al termine della sessione di Yoga. Ecco come:

  • Inginocchiatevi sul tappetino e sedetevi sui talloni.
  • Piegatevi con il busto in avanti fino a toccare terra con la fronte.
  • Le braccia devono essere distese e rilassate lungo i lati del corpo.
  • Concentratevi sulla respirazione, calibrando ogni inspirazione e ogni espirazione, rilassandovi.
  • Mantenente la posizione finché vi va, l’importante è che vi percepiate rilassati sia mentalmente che fisicamente.

Ardha Matsyendrasana (posizione di mezza torsione della colonna vertebrale) 

Posizione Yoga Ardha Matsyendrasana
Posizione Yoga Ardha Matsyendrasana

Questa Asana aiuta a migliorare i processi digestivi e l’acidità di stomaco, regola le funzionalità di fegato e reni, rinforza la colonna vertebrale e allevia il mal di schiena e la sciatalgia.  È associata al terzo Chakra e aiuta ad aumentare la gioia, la creatività e l’intuizione. Eseguitela così:

  • Siedi con le gambe allungate davanti al corpo
  • Piega la gamba destra e appoggia il piede destro sul pavimento esternamente al ginocchio sinistro, le dita del piede destro sono rivolte in avanti
  • Piega la gamba sinistra e porta il piede accanto al gluteo destro
  • Il dorso del piede si dovrebbe trovare a contatto col pavimento
  • Passa il braccio sinistro attraverso lo spazio tra il torace e il ginocchio destro e mettilo contro l’esterno della gamba destra
  • Afferra il piede o la caviglia destra con la mano sinistra, così che il ginocchio destro sia vicino all’ascella sinistra
  • Stai più eretto possibile
  • Solleva il braccio destro davanti al corpo e fissa la punta delle dita
  • Lentamente ruota il corpo verso destra, muovendo simultaneamente il braccio, il tronco e la testa
  • Utilizza il braccio sinistro come leva contro la gamba destra per ruotare al massimo
  • Segui con lo sguardo la punta delle dita della mano destra e guarda oltre la spalla destra
  • Non forzare la schiena
  • Piega il gomito destro e metti il braccio dietro la schiena
  • Il dorso della mano destra dovrebbe abbracciare il fianco sinistro
  • Respirazione: inspira quando sei rivolto in avanti, espira quando ruoti il tronco. Respira profondamente nella posizione finale.
    Pratica una volta per lato per 10/15 respiri.

Halasana (posizione dell'aratro)

Posizione Yoga Halasana - Posizione dell'aratro
Posizione Yoga Halasana - Posizione dell'aratro

La posizione dell’aratro dona elasticità alla colonna vertebrale e al collo, tonifica i nervi e aiuta la circolazione, se soffrite di pressione alta, provvede ad abbassarla.
Tuttavia, è sconsigliata alle donne durante il periodo mestruale e nei primi mesi di gravidanza. Scioglie le tensioni a livello addominale, allunga la muscolatura (quella della schiena in particolare) e favorisce il rilassamento calmando la mente. Ecco come fare:

  • Distendetevi supini, con le braccia rilassate ai lati del corpo.
  • Iniziate con l’avvicinare il mento allo sterno, percependo le vertebre cervicali che si distendono.
  • Piegate le ginocchia, con i piedi saldamente ancorati al suolo e i talloni vicini al sedere.
  • Fate forza con le braccia sul pavimento, alzando schiena e anche fino ad avvicinare le ginocchia alla faccia.
  • A questo punto distendete le gambe e portate i piedi sul materassino dietro la vostra testa. Il mento è premuto contro lo sterno.
  • Rilassatevi e respirate regolarmente.
  • Mantenete questa posizione fino a quando riuscite.

Libri Yoga gratis con Kindle Unlimited

Bene siamo giunti alla fine di questo articolo, cosa ne pensi? Ti è piaciuto?
Faccelo sapere scrivendolo nei commenti o meglio ancora sulla nostra pagina Facebook!  🙂

Se vuoi approfondire la tematica con un libro ce ne sono di molto interessanti su Amazon e in particolare su Amazon Kindle e se hai l’abbonamento a Kindle Unlimited molti sono gratuiti. Speriamo di averti fatto cosa gradita con questa segnalazione. 🙂

Inoltre vogliamo segnalarti anche questo videocorso, che trovi sul sito del Giardino dei Libri, un metodo life coaching spirituale basato sugli insegnamenti di due dei più popolari maestri spirituali: Paramhansa Yogananda (autore di Autobiografia di uno Yogi) e Swami Kriyananda (autore di tantissimi libri, tra i quali troviamo L’Intelligenza Intuitiva, Conversazioni con Yogananda).

Per concludere iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti i nuovi articoli, tanto materiale esclusivo e gratuito e gli ebook sulla Respirazione e sulla Meditazione!!!

Ti auguriamo una splendida giornata

Namasté

Foto

 

Commenta usando Facebook