Lo Yoga della Tradizione

Lo Yoga della Tradizione

Lo Yoga è una disciplina ormai molto diffusa al giorno d’oggi, e che negli ultimi anni sta interessando anche il mondo occidentale, prendendo sempre più piede.

Non tutti però sanno che in realtà ha origini antichissime e una cultura millenaria.
Le primissime importanti tracce risalgono a un periodo storico compreso fra il 3000 e il 1800 a.C., rinvenute nella valle dell’Indo e nelle cittadine di Mohenjio Daro e Harappa: dagli scavi effettuati proprio in questi luoghi, emersero statuette  e svariate raffigurazioni che rimandano a posizioni yogiche, a dimostrazione del fatto che già a quei tempi si trattava di una disciplina nota e praticata.

Approfondiamo allora in questo articolo lo Yoga della tradizione dalle sue origini fino all’era moderna.

I Veda e le Upanishad

I primi accenni allo Yoga risalgono alla letteratura vedica, basata su testi molto antichi dai contenuti inizialmente tramandati attraverso le generazioni soltanto per via orale.
Pur non essendoci ancora una chiara analisi riguardante questa disciplina, compaiono diversi concetti di stampo yogico, che verranno poi approfonditi più chiaramente in un’epoca più tarda, in testi religiosi-filosofici chiamati Upanishad e scritti all’incirca fra il 700 e il 300 a.C. in Sanscrito.
In determinati brani vengono spiegati il Prana (l’energia vitale) e le Nadi, argomenti specifici dell’Hatha Yoga, la tipologia di Yoga più conosciuta che tramite l’esecuzione delle Asana insegna a gestire e a ridistribuire l’energia in maniera equilibrata

Nella Svetasvatara upanishad, in particolare, vengono illustrate e suddivise in sei canti tutte le pratiche dello Yoga e relativi effetti.

Il periodo epico

Al VI secolo a.C., ossia al periodo epico, risale il poema Mahabharata, di fondamentale importanza per la comprensione dello Yoga. Al suo interno si trova la BhagavadGita, un trattato di seicento versi in cui vengono evidenziati i quattro principali tipi di Yoga:

  • Il Karma Yoga, o “Yoga dell’azione”, quest’ultima intesa con fini altruistici e amorevoli.
  • Il Bhakti Yoga, o “Yoga devozionale”, basato su una totale devozione nei confronti dell’Essere Supremo, Dio.
  • Lo Jnana Yoga, o “Yoga della conoscenza”, mira al raggiungimento della conoscenza e della consapevolezza dell’Assoluto attraverso l’introspezione, la meditazione e l’autoanalisi.
  • Il Dhyana Yoga, riallinea il corpo fisico, eterico, emotivo, mentale e spirituale e conduce all’unione profonda con il divino attraverso le Asana e l’intensa meditazione.

I Sutra e i Tantra

Il periodo storico compreso tra il II e il IV secolo d.C. è invece quello dei Sutra, una particolare forma di letteratura estremamente sintetica e concisa, basata su brevissime frasi nelle quali sono riportate idee e concetti espressi in maniera essenziale, in modo da facilitarne anche la memorizzazione. Spiccano per importanza gli Yoga Sutra di Patanjali, commentati e interpretati diversamente nel corso dei secoli a seconda delle diverse linee di pensiero.

In età medievale la letteratura principale sull’argomento era rappresentata invece dai Tantra; non a caso, molto di ciò che concerne l’Hatha Yoga ha probabili origini da questo tipo di letteratura. Volendo citare alcuni dei maggiori testi dell’Hatha Yoga, questi sono senz’altro la Gheranda Samhita (vedi), l’Hatha-Yoga-Pradîpikã (vedi) e lo Shiva Samhita (vedi).

Tra i grandi maestri dell’epoca moderna troviamo invece Yogananda Paramahansa, Swami Vivekananda e Sri Aurobindo.

Lo Yoga dei giorni nostri

Lo Yoga è a tutti gli effetti una disciplina spirituale, di carattere psicofisico perché riesce a coinvolgere allo stesso tempo corpo e mente. Si fonda su tecniche di respirazione ben precise (Pranayama), su tecniche meditative e su esercizi chiamati Asana: dal più semplice al più impegnativo, vanno eseguiti tutti con la medesima concentrazione e consapevolezza.

La pratica Yoga si è senz’altro evoluta nel corso degli anni, raggruppando oggi una larga fetta di tipologie e concezioni.
Come già anticipato, malgrado le origini risalenti alle tradizioni indiane, questa disciplina da tempo ha ormai varcato i confini e si è integrata a numerose altre filosofie, subendo dunque alcune contaminazioni: troviamo infatti lo Yoga tibetano, buddhista, taoista e moltissime altre varianti più moderne, che spesso hanno poco a che vedere con lo Yoga tradizionale.

È bene specificare che chiunque può praticare Yoga, non esistono limiti di età, dunque bambini, adulti e anziani possono trarre beneficio da questa disciplina in modi diversi.

Tutte le tecniche Yoga possono essere praticate liberamente e simultaneamente, poiché l’una non interferisce in alcun modo sull’altra.
Ognuno può optare per la pratica che gli risulta più consona e sapere che alle sue spalle ci sono millenni di storia e tradizione.

Libri Yoga gratis con Kindle Unlimited

Bene siamo giunti alla fine di questo articolo, cosa ne pensi? Ti è piaciuto?
Faccelo sapere scrivendolo nei commenti o meglio ancora sulla nostra pagina Facebook!  🙂

Se vuoi approfondire la tematica con un libro ce ne sono di molto interessanti su Amazon e in particolare su Amazon Kindle e se hai l’abbonamento a Kindle Unlimited molti sono gratuiti. Speriamo di averti fatto cosa gradita con questa segnalazione. 🙂

banne kindle unlimited yoga

Inoltre vogliamo segnalarti anche questo videocorso, che trovi sul sito del Giardino dei Libri, un metodo life coaching spirituale basato sugli insegnamenti di due dei più popolari maestri spirituali: Paramhansa Yogananda (autore di Autobiografia di uno Yogi) e Swami Kriyananda (autore di tantissimi libri, tra i quali troviamo L’Intelligenza Intuitiva, Conversazioni con Yogananda).

Per concludere iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti i nuovi articoli, tanto materiale esclusivo e gratuito e gli ebook sulla Respirazione e sulla Meditazione!!!

Ti auguriamo una splendida giornata

Namasté

Fonte foto

Chiudi il menu
Il blog sul mondo dello Yoga e delle discipline olistiche attinenti - Mantrayoga.it

Scarica Gratis gli ebook sulla Respirazione e la Meditazione!