Tonificare la pancia con lo Yoga

Tonificare la pancia con lo Yoga

Se tenete alla vostra forma fisica e volete sfoggiare un addome sempre tonico e piatto (in previsione dell’estate o per tutto l’anno), l’esercizio fisico, associato a una corretta alimentazione (ricca di frutta e verdura), è sicuramente l’alleato migliore.

Va bene qualsiasi cosa, ma non tutti sanno che persino lo Yoga, se praticato regolarmente e con le posizioni più efficaci, si rivela un validissimo aiuto.
I benefici che questa disciplina è in grado di donare a corpo e mente sono davvero innumerevoli: in questo caso, lavorare sull’addome non solo vi permetterà di raggiungere ottimi risultati dal punto di vista estetico, ma migliorerà anche la vostra salute eliminando o limitando eventuali disagi derivanti da una cattiva digestione.

Qui di seguito spieghiamo dunque come tonificare la pancia con lo Yoga .

Pancia gonfia: le possibili cause

Può succedere di accumulare qualche chilo di troppo che si desidera smaltire, ma in certi casi una pancia gonfia, specie dopo i pasti, non ha niente a che vedere con l’essere in sovrappeso. Chi soffre di meteorismo, infatti, ha soltanto aria nella pancia, determinata dal tipo di alimentazione (il più delle volte da rivedere) o da alterazioni a carico della flora batterica dell’intestino.

È un disturbo parecchio diffuso e che interessa moltissime persone, per la maggior parte donne, ed è fonte di fastidi e disagi sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista psicologico.

L’avanzare dell’età spesso accentua il fenomeno, e allo stesso modo favorisce accumuli di grasso se non si conduce una vita adeguatamente attiva.
Tutto ciò può dipendere anche da predisposizioni ereditarie.

Libri Yoga Giardino dei Libri

Lo Yoga e la pancia piatta

Come già anticipato, è importantissimo aiutarsi con un’alimentazione corretta, magari assumendo anche dei fermenti lattici per aiutare la flora batterica intestinale, ma soprattutto non rimanendo seduti sul divano.

Nei casi di vero e proprio sovrappeso, si sa, abbattere il grasso presente sulla pancia è un’impresa ardua. C’è chi ci prova in tutti i modi, intraprende diete, e spesso si scoraggia. Ma per quanto difficile, non è certo impossibile.

Praticare attività fisica è fondamentale, e lo Yoga, anche se sembra incredibile, mettendo in movimento tutto il corpo oltre a rilassare la mente, rientra tra le discipline in grado di donare notevoli benefici su più fronti, e dunque anche su questo. Grazie a particolari Asana e a precise tecniche di respirazione, l’addome viene infatti naturalmente massaggiato e tonificato, vengono liberati i gas intestinali e il transito digestivo migliora.

Di solito si consiglia di non praticare Yoga dopo i pasti, ma di aspettare almeno qualche ora. L’importante è dedicare almeno mezz’oretta della propria giornata a questa pratica, e farlo soprattutto quando si avvertono particolari sensazioni di gonfiore.

Dal momento che lo stress incide considerevolmente anche sulla forma fisica, ed è collegato in generale a svariati problemi di salute, ridurlo mediante la pratica costante dello Yoga non può che rivelarsi un vero toccasana. L’umore migliora, i disturbi diminuiscono e cresce anche l’autostima.

Allenando l’addome con le Asana, si perde peso e al contempo si rinforzano e tonificano i muscoli.

Un aspetto del tutto positivo dello Yoga è che non comporta alcuna controindicazione: può essere praticato a tutte le età – meglio se seguiti da un istruttore esperto – e persino durante la gravidanza, per affrontala nel migliore dei modi.

Asana Yoga per tonificare la pancia

Lo Yoga non è soltanto un ottimo rimedio per placare la mente e allontanare stress e tensioni, ma con le Asana adatte a ogni occasione aumenta la flessibilità corporea e tonifica i muscoli, permettendoci di mantenerci in forma. Svolge, dunque, una duplice azione.

Se vi state chiedendo quali sono le posizioni migliori per sfoggiare un ventre sempre piatto e sodo, eccone alcune nel dettaglio:

Bhujangasana (posizione del cobra)

Posizione Yoga Bhujangasana (posizione della sfinge)
Posizione Yoga Bhujangasana (posizione della sfinge)

La posizione del cobra è molto utile nei casi di mal di schiena, in quanto aumenta la flessibilità della colonna vertebrale e ne potenzia i muscoli. Ideale sia per i dolori nella zona lombare che per quelli nella zona cervicale. Aiuta a combattere gli stati ansiosi in quanto agisce sulla respirazione. Essendo un piegamento all’indietro è sconsigliata praticarla di prima mattina appena svegli, quando il corpo è poco caldo e non troppo flessibile. Ecco come eseguirla:

  • Distendetevi a pancia in giù, con i palmi delle mani poggiati a terra alla stessa altezza delle spalle, con i piedi vicini e a punta.
  • Inspirando, fate forza sulle braccia, distendendole se potete completamente: inarcate così la schiena e sollevate il torace da terra (il busto va portato all’indietro). Alzate contemporaneamente anche la testa.
  • I muscoli delle natiche devono essere rilassati; cercate quindi di sostenere il peso del torace solamente con le braccia. La zona pelvica deve rimanere poggiata a terra, e la testa piegata all’indietro.
  • Il pube non deve mai staccarsi da terra e le gambe devono rimanere distese.
  • Rilassate tutto il corpo: soltanto le braccia devono essere mantenute in tensione.
  • Mantenete questa posizione per circa un minuto, dopodiché tornate a quella di partenza, riposatevi e ripetete tutto per tre volte.

Paschimottonasana (posizione di allungamento del dorso) 

Asana Yoga Paschimottonasana - Posizione della pinza
Asana Yoga Paschimottonasana - Posizione della pinza

Paschimottanasana, consiste in un piegamento in avanti da seduti, aiuta a sciogliere le tensioni sia fisiche che mentali. Ecco come eseguirla:

  • Siedi sul pavimento con le gambe allungate in avanti, i piedi uniti e le mani sulle ginocchia
  • Rilassa tutto il corpo
  • Lentamente flettiti in avanti iniziando dalle anche, facendo scivolare le mani sulle gambe
  • Cerca di afferrare gli alluci con le dita e i pollici. Se non è possibile, afferra i talloni, le caviglie o qualsiasi parte della gamba che puoi raggiungere comodamente.
  • Una volta raggiunta la vostra massima estensione, rilassate l’intero corpo e anche le braccia, respirando profondamente.
  • Mantieni la posizione sino a quando è comoda.

Paripurna Navasana (la posizione della barca) 

Posizione della barca (Paripurna Navasana)
Posizione della barca (Paripurna Navasana)

La posizione della barca è particolarmente indicata per sbloccare il terzo chakra, sprigionandone tutta l’energia e alimentando la nostra fiamma interiore, che ci fa rimanere a galla proprio come l’acqua fa con una barca. Evitatela se siete in gravidanza o se soffrite di problemi alla zona addominale. Si esegue così:

  • Sedetevi a terra, busto dritto e gambe distese.
  • Sollevate le gambe, cercando di mantenerle distese, e contemporaneamente allungate le braccia davanti a voi, come se tentaste di afferrarvi le caviglie.
  • Mantenetevi dunque in equilibrio sul coccige, per tutta la durata della posizione.
  • Rimanete così fin quanto potete, possibilmente per almeno un minuto, dopodiché rilassatevi.

 

Libri Yoga gratis con Kindle Unlimited

Dhanurasana (posizione dell’arco) 

Posizione Yoga Dhanurasana
Posizione Yoga Dhanurasana

Si tratta di una posizione abbastanza semplice ma molto utile ed efficace. Migliora la postura, la muscolatura addominale, quella delle gambe e dona elasticità al corpo dopo la nottata. Eseguitela così:

  • Distendetevi sull’asciugamano a pancia in giù.
  • Piegate le ginocchia portando i talloni verso i glutei il più possibile, sollevando di conseguenza anche le cosce.
  • Al contempo sollevate il busto e afferrate con le mani le caviglie.
  • La posizione va mantenuta per almeno 30 secondi e ripetuta per tre volte.

Ulteriori suggerimenti per tonificare la pancia

Potete aiutarvi rivedendo le vostre abitudini e aggiungendo qualche piccolo rimedio naturale alla vostra routine quotidiana. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Bevete tanta acqua, almeno due litri al giorno.
  • Eliminate fumo e alcool ed evitate le bevande gassate.
  • Preparatevi una tisana digestiva a base di menta, semi di finocchio e mirtillo, da sorseggiare dopo i pasti. In alternativa, ricorrete alla classica camomilla, magari associandola alla melissa e al tiglio.
  • Anche bere acqua calda e limone a digiuno la mattina risveglia l’intestino e stimola il metabolismo. Cercate comunque di non esagerare con il limone, specie se soffrite di gastrite.
  • Alcune spezie come lo zenzero agiscono positivamente sull’apparato digerente contrastando il meteorismo.
  • Limitate il consumo di carboidrati, quindi di pane e pasta, prediligendo quelli integrali.

Bene siamo giunti alla fine di questo articolo, cosa ne pensi? Ti è piaciuto?
Faccelo sapere scrivendolo nei commenti o meglio ancora sulla nostra pagina Facebook!  🙂

Se vuoi approfondire la tematica con un libro ce ne sono di molto interessanti su Amazon e in particolare su Amazon Kindle e se hai l’abbonamento a Kindle Unlimited molti sono gratuiti. Speriamo di averti fatto cosa gradita con questa segnalazione. 🙂

banne kindle unlimited yoga

Inoltre vogliamo segnalarti anche questo videocorso, che trovi sul sito del Giardino dei Libri, un metodo life coaching spirituale basato sugli insegnamenti di due dei più popolari maestri spirituali: Paramhansa Yogananda (autore di Autobiografia di uno Yogi) e Swami Kriyananda (autore di tantissimi libri, tra i quali troviamo L’Intelligenza Intuitiva, Conversazioni con Yogananda).

Per concludere iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti i nuovi articoli, tanto materiale esclusivo e gratuito e gli ebook sulla Respirazione e sulla Meditazione!!!

Ti auguriamo una splendida giornata

Namasté

Fonte foto

Chiudi il menu
Il blog sul mondo dello Yoga e delle discipline olistiche attinenti - Mantrayoga.it

Scarica Gratis gli ebook sulla Respirazione e la Meditazione!